Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Spettacoli

Rai Radio3: “Radio3mondo” parla della radio dell’accoglienza

Domani ore 11
fonte: ilVelino/AGV NEWS
di com/onp

Uno strumento pratico di integrazione e di coesione tra le culture. Questo è quello che, in questi ultimi mesi, sta diventando il mezzo radiofonico che non vuole solo raccontare ogni giorno il dramma e le emergenze del fenomeno dei migranti ma anche dare risposte e soluzione ai problemi di chi scappa dal proprio paese e perde di colpo tutto. Esempi pratici di questa nuovo modo di usare la radio sono i diversi programmi trasmessi da emittenti europee che vogliono usare le trasmissioni radio per dare informazioni pratiche ai rifugiati e richiedenti asilo e nello stesso tempo costruire contenuti editoriali per favorire l’integrazione nei diversi paesi del Continente. Il progetto pilota arriva dalla radio pubblica tedesca di Colonia, la WDR, che ogni giorno mette in onda “Refugee Radio” un programma realizzato in inglese e arabo diretto ai rifugiati presenti in Germania trasmesso sulle frequenze di Funkhause Europa e diffuso attraverso internet e i social media per raggiungere il pubblico più ampio. Dalla Grecia invece si possono ascoltare i programmi in inglese e arabo di Shabab Radio progetto di integrazione nato ad Atene che utilizza la radio per svolgere una funzione di dialogo e di scambio tra le culture. Dalla Francia la storia di Jungla Radio l’emittente che ha trasmesso per mesi dalla “Giungla” di Calais il più grande campo di rifugiati in Europa. Questo l’argomento affrontato, attraverso un racconto di Andrea Borgnino, nella puntata di “Radio3Mondo” in onda giovedì 5 gennaio, alle 11.00, su Rai Radio3. Inoltre, i commenti degli ascoltatori verranno letti in tempo reale da Anna Mazzone durante la trasmissione.